Il D.M. 18 ottobre 2010, n. 180, così come modificato dal D.M. 6 luglio 2011, n. 145, prevede, ai fini del mantenimento dell'iscrizione, per i mediatori già iscritti, la partecipazione ad almeno venti casi di mediazione svolti presso organismi iscritti.

Lo stesso decreto ha previsto l'obbligo di regolamentazione dei tirocini e la gratuità degli stessi (art. 8, ultimo comma, D.M. 180/2010).

Camecon ha regolamentato i tirocini come segue:

 

REGOLAMENTO DEI TIROCINI

Art. 1

[1]  I mediatori dell’organismo e coloro che aspirino a diventarlo, purchè in possesso dei requisiti per l'iscrizione come mediatori, possono svolgere gratuitamente il prescritto tirocinio assistito, utile ai fini dell’aggiornamento biennale, presso i mediatori designati per le controversie in corso.

[2]  A tal fine, sul sito www.camecon.it è presente una apposita sezione, con accesso riservato esclusivamente ai soggetti registrati di cui al precedente comma, opportunamente abilitati, nella quale è possibile visualizzare l’elenco delle controversie aperte, con indicazione dell’argomento, delle parti e dell’oggetto del contendere.

[3]  Ciascun soggetto potrà iscriversi contemporaneamente ad un massimo di cinque mediazioni. L’iscrizione è effettuata telematicamente e senza particolari formalità. Essa presuppone la verifica da parte del tirocinante dell’assenza di qualsiasi interesse personale nei riguardi della controversia.

[4]  Il tirocinante avrà accesso, in sola visualizzazione, al fascicolo telematico della procedura, da dove potrà consultare i documenti depositati, le comunicazioni delle parti, del mediatore e del responsabile dell’organismo, le verbalizzazioni del mediatore, acquisendo piena contezza del procedimento.

[5]  Il tirocinante potrà partecipare alle sessioni di mediazione, interagendo con il mediatore esclusivamente in assenza delle parti. Sul tirocinante incombe l’obbligo di riservatezza in merito alle questioni trattate, al pari del mediatore.

Art. 2

[6]  Nel verbale di chiusura del procedimento, il mediatore certificherà l’assistenza alla procedura del tirocinante, indicandone il cognome ed il nome. L’organismo certificherà, su richiesta, il numero dei tirocini assistiti effettuati, con indicazione dei dati essenziali delle singole controversie. I certificati saranno rilasciati in via telematica. Sul sito www.camecon.it è disponibile una procedura per la verifica dell’autenticità dei certificati rilasciati.

 


 

Oltre ad accedere al fascicolo, il tirocinante potrà visualizzare in diretta il video delle singole sessioni di mediazione relative alle pratiche a cui si è registrato. Potrà, anche, rivedere quando vuole i video delle sessioni precedenti. L'attivazione della diretta video è condizionato al consenso delle parti e sarà effettuata esclusivamente per le sessioni di mediazione tenute dai mediatori in possesso delle competenze tecniche e degli strumenti necessari.

Per poter effettuare gratuitamente i tirocini assistiti presso i nostri mediatori, occorre registrarsi sul sito e seguire la procedura di registrazione prevista per i mediatori, presente nella sezione Lavora con noi. Dopo la compilazione del form, il sistema invierà, all'indirizzo di posta elettronica indicato, la documentazione già personalizzata da far pervenire per posta all'organismo, secondo le istruzioni che saranno contenute nel messaggio inviato.

Subito dopo la ricezione della documentazione si sarà abilitati all'effettuazione dei tirocini.

Ai soli soggetti abilitati, previa identificazione sul sito, sarà visibile una nuova sezione “Pratiche attive” all'interno del menù “Tirocini” attraverso la quale sarà possibile visualizzare tutte le procedure attualmente aperte ed iscriversi come tirocinante alle stesse.